XIX° EDIZIONE COLLINAREA FESTIVAL : DAL 11 AL 16 LUGLIO

XIX° EDIZIONE COLLINAREA FESTIVAL : DAL 11 AL 16 LUGLIO

Si svolgerà dall’11 al 16 luglio a Lari , la XIX edizione del Collinarea Festival che quest’anno ospiterà al suo interno il Festival Mamme Narranti nelle giornate del 14/15/16 luglio (venerdì, sabato e domenica).Tanti i protagonisti del 2017: gli spettacoli del Collinarea, ovviamente, ma anche il Festival Mamme Narranti con il suo potato di umanità, il borgo stesso che farà da sfondo a tutte le performance, un bellissimo tendone da circo e le installazioni artistiche di Cesare Inzerillo e Marilena Manzella. Info e programma su  www.collinarea.it

I Lari (dal latino lar, “focolare” e prima dall’etrusco lar, “padre”)erano i numi tutelari della famiglia nella cultura latina.  I Lares familiares rappresentavano gli antenati e vegliavano sul buon andamento della famiglia. È questo il punto di riferimento ideale a cui guardiamo per il Collinarea Festival, pensato  come evento straordinario capace di andare anche oltre il teatro ed essere inclusivo come una famiglia. Qui si ascoltano le voci della memoria come davanti ad un focolare accogliente ed intimo, si ascoltano storie e se ne vede la creazione, si vive l’immaginario di un sogno, si restituisce alle piazze e alle corti la loro origine di luoghi nati per l’incontro, la condivisione e lo scambio: proprio come all’interno di una famiglia allargata all’intero paese che, per fortunata coincidenza, porta lo stesso nome di questi numi tutelari.

È in questo contesto, per sua natura pronto ad accogliere, che viene ospitato il Festival Mamme Narranti, ideato e diretto da Andrea Satta, voce del gruppo musicale Tetes de Bois, che ancor prima di essere un artista è un pediatra. Festival nel festival, Mamme Narranti farà tappa a Lari con il racconto di fiabe ascotate dai padri o tramandate ai figli nelle vie del borgo antico. Circa venti “mamme narranti” saranno a Lari con i propri bambini provenienti da tutta Italia e da paesi da cui si fugge.

La scelta è quella di ripertere l’esperienza del 2016 di un Collinarea che si apre all’arte contemporanea. Così, per l’intera sua durata, il festival ospiterà nel teatro comunale - unico luogo volutamente inutilizzato per gli spettacoli - una nuova installazione artistica di Cesare Inzerillo dal titolo Finale di Partita. L’immobilità dei personaggi della scultura di Inzerillo troverà il suo contrappunto nell’installazione di Milena Manzella Paese che vai, santo che trovi: tabernacoli affissi nelle vie di Lari e dedicati ai nomadi per eccellenza quali erano i santi.

Ma il cuore del Collinarea Festival 2017 resta, ovviamente, quello che batte nel petto degli artisti che saranno in scena nelle vie del borgo.

Si comincia LUNEDI 10 LUGLIO con l’anteprima del festival presentata da Compagnia Laboratorio SF in scena in castello alle 20,30 con Gaslighting (allestimento per Collinarea).

MARTEDÌ 11 LUGLIO alle 19,00, in teatro, performance di Scenica Frammenti per il vernissage della scultura di Cesare Inzerillo, con Eros Carpita e regia di Loris Seghizzi (allestimento per Collinarea). Alle 20,00, il Teatro Popolare d’Arte propone in Piazza Vittorio Emanuele Mare Mosso per la regia di Gianfranco Pedullà, alle 20,30 la Compagnia Laboratorio SF sarà in scena in castello con la replica di Gaslighting, alle 21,00 Mattatoio Sospeso presenta Out! in Piazza Matteotti e alle 22,00 la Compagnia Ribolle va in scena nel tendone di Piazza Santini con Di tutti i colori (riadattamento per Collinarea). MERCOLEDÌ 12 LUGLIO alle 19,00 Guascone Teatro propone in Piazza Vittorio Emanuele Balla!, con Andrea Kaemmerle e Roberto Cecchetti, alle 20,00 Teatro Car’t è in scena in castello con Cabra (studio/work in progress), e sempre in castello, alle 20,30, Dimitri Grechi Espinoza si esibisce col suo sax. A seguire, alle 21,00 Cantieri Teatrali Koreja propongono in Piazza Vittorio Guluno sparo nel buio (studio n.2 con indiziato) e alle 22,00, nel tendone di Piazza Santini, Scenica Frammenti/Todomodo Srl/Achab propongono Chanson Indi-Geste di Gabriele Benucci, per la regia di Loris Seghizzi e musiche di Pietro Contorno (anteprima).

GIOVEDÌ 13 LUGLIO alle ore 19,00 Cathy Marchand mette in scena in Piazza Vittorio Emanuele, Personnages… In cerca d’autore (allestimento per Collinarea), alle 20,00 in castello Ura Teatro/Fabrizio Pugliese propone Transumanze, alle 21,00 in Piazza VittorioGreta Francolini e Eva Zvah Scalzipresentano Solo Sapore (studio della durata di 10 minuti) ealle 21,15 nel tendone di Piazza Santini, va in scena la replica di Chanson Indi-Geste. Infine, alle 22,15, in castello, Andrea Satta e Ulderico Pesce presentano La fisarmonica Verde a chiusura della serata.

VENERDÌ 14 LUGLIO alle 20,00 Ura Teatro/Fabrizio Saccomanno e Gigi Gherzi presentano in castello Il paese che non c’è (studio della durata di 30 minuti), alle 21,00 in Piazza Matteotti, nel contesto del Festival Mamme NarrantiCirco El Grito propone Scratch and Stretch (ingresso gratuito), mentre in Piazza Vittorio Emanuele, alle 22,00 Effetto Collaterale/Collettivo ONOMA presentano Walter Wendy Carlos. Infine, alle 22,30 il tendone da circo ospita finalmente lo spettacolo di chi lo ha portato a Lari: MY!LAIKA presenta infatti Popcorn Machine (a domestic apocalypse).

SABATO 15 LUGLIO alle 21,30 in Piazza Matteotti la replica, nel contesto del Festival Mamme Narranti, dello spettacolo del Circo El GritoScratch and Stretch (ingresso gratuito), alle 22,00, in castello, la proposta della Piccola Compagnia Laboratorio SF con … Nello spazio e a concludere, alle 22,30 nel tendone da circo in Piazza Santini, la replica di Popcorn Machine di MY!LAIKA.

DOMANICA 16 LUGLIO alle 19,00 torna Circo El Grito (ingresso gratuito) in Piazza Matteotti per il Festival Mamme Narranti, alle 20,00, nelle strade del borgo di Lari, la compagnia Civilleri/Lo Sicco mette in scena #MUTA L’umanità in cammino, atto conclusivo di un laboratorio con i migranti realizzato a Lari (messa in spazio per Collinarea). Alle 21,00, in piazza Vittorio Emanuele, va in scena la performance finale del laboratorio sull’arte dell’essere clown di Jean Méningue (allestimento per Collinarea) e, infine, alle 22,00, MY!LAIKA chiude il festival con Popocorn machine.

 

Laboratori

9-13 luglio / Personnages… in cerca d’autore. Laboratorio diretto da Kathy Marchand del Living Theatre

10-16 luglio / L’arte dell’essere clown. Laboratorio diretto da Jean Méningault in arte Méningue.

12-14 luglio / L’arte del racconto teatrale. Laboratorio diretto da Fabrizio Saccomanno e Gigi Gherzi

 

 

Info

info@collinarea.it

www.collinarea.it